CANTI DI CORTILE
per flauto, oboe e clarinetto / for flute, oboe and clarinet (2017)
dedicato a / dedicated to: Tiziano Cantoni, Enrico Cossio e Nicola Bulfone - Italy

EDIZIONI SUVINI ZERBONI - MILANO
pages 1 , 2

Canti di cortile è un nuovo lavoro chiestomi con mio grande piacere dagli amici che da anni organizzano con dedizione ammirevole la rassegna “Risuonanze”, fra Trieste, Udine e altre località della regione.
Questa volta si tratta di un breve trio per flauto, oboe e clarinetto, affidato rispettivamente a Tiziano Cantoni, Enrico Cossio e Nicola Bulfone. La mia consueta derivazione di materiali melodici, armonici e proporzionali è questa volta applicata ad una breve sequenza presente all'inizio dell'ultimo frammento manoscritto lasciatoci da Francesco Pennisi, già utilizzata in passato per Unquiet Wing per viola e ensemble (è di mia abitudine ripartire per più pezzi dal medesimo materiale, facendo in modo di ottenerne esiti solitamente lontanissimi fra loro).
In questo caso, nonostante una rigidissima griglia strutturale, il carattere del lavoro è umoralmente estroverso e apparentemente improvvisativo. Gestualità sempre molto nette e di immediata identificabilità (almeno nelle intenzioni) si inseguono e si incalzano reciprocamente, in un continuo gioco di riapparizioni, digressioni e trasformazioni.
Non inganni il titolo: rimane pressoché assente qualsiasi tendenza alla cantabilità spiegata, al melodismo aperto (solo il finale si muove in parte verso quei lidi, trovando finalmente un po' di calma grazie ad una linea creata dalle sovrapposizioni dei tre strumenti). Quasi sempre si tratta piuttosto di una successione spesso vorticosa di piccoli incisi, di richiami briosamente perentori, di canti sì ma quasi di animali immaginari, in un altrettanto immaginario cortile entro il quale mi piacerebbe che gli ascoltatori si muovessero con stupore e divertimento.






home