KLARE LEBENDE STEINE
per pianoforte / for piano (2019)

dedicato a / dedicated to: Davide Cabassi
EDIZIONI SUVINI ZERBONI - MILANO
page 1
On CD ("Con voce Chiara" - Primavera di Baggio 2019)

Tutto ha origine da un significativo progetto ideato da Stefano Taglietti, compositore e curatore di una meritoria trasmissione dedicata alla musica contemporanea (Clocks and Clouds su RadiostArt). Tale progetto prevedeva, in occasione della Giornata della Memoria istituita ogni 27 gennaio, la trasmissione di brevi pagine composte espressamente.
Al mio interesse già certo per l'iniziativa si è aggiunta la decisiva proposta di Davide Cabassi di lavorare insieme per questo progetto dalle valenze assai profonde per entrambi. Ne è nata quindi una breve pagina pianistica, la cui importanza per il sottoscritto va ben oltre la durata quasi aforistica del brano: "Die lebenden Steine (Le pietre viventi) era un termine con il quale venivano descritti i prigionieri del lager di Mauthausen-Gusen, costretti ad un disumano lavoro nelle cave vicine al campo.
A partire da questo termine, su un testo scritto da Włodzimierz Wnuk in 1941, Aleksander Kulisiewicz scrive a Sachsenhausen nel 1943 il canto sul quale si basa Klare lebende Steine. Esso compare in filigrana, talvolta quasi riconoscibile, altrove presenza impalpabile, ma ovunque seme di ogni scelta, di ogni gesto. Le pietre, ben salde e presenti nella nostra memoria, diventano ora e per sempre chiara guida del nostro cammino






home